Ansedonia.it - By Hotel Ristorante Immobiliare Vinicio - The Best in Tuscany

The Best in Tuscany

La Maremma

CAPALBIO
Ubicato a 217 metri s.l.m., Capalbio - centro agricolo e prelibato luogo di soggiorno e turismo - sembra debba il suo nome a "Caput Album" o "Campus Albus", derivare dai candidi alabastri che ricoprono i fianchi del suo poggio. Il territorio è sicuramente abitato in epoche remote, come attestano i reperti archeologici della zona: necropoli preistoriche, necropoli etrusche, ville romane.

 

ORBETELLO

Circondata da antiche mura, ebbe vita prosperosa sotto gli Etruschi ed i romani. E' attualmente una ridente cittadina adagiata su una piccola striscia di terra al centro dell'omonima laguna. In queste acque, tra i tomboli di Giannella e Feniglia si possono ammirare uccelli migratori di assoluta bellezza. Uscendo dal centro, verso la diga, il MOLINO a vento circondato dalle acque, eretto dai senesi nella prima metà del '500 e risistemato dagli Spagnoli.

 

SATURNIA

Centro di notevole interesse storico e turistico con le sue "acque stregate" già apprezzate in epoca romana. Le attuali TERME famose in tutto il mondo e le libere "Cascate del Gorello" rendono l'area suggestiva e misteriosa.

 

SOVANA

Autentico gioiello, le cui origini conducono addirittura al VII secolo a.C. Divenuta il centro della zona nel periodo del massimo splendore etrusco, conosce, specie tra il III e il II secolo a.C., un periodo assolutamente florido testimoniato oggi dalle eccezionali tombe rupestri.

 

PITIGLIANO

Panorama tra i più belli d'Italia, la cittadina di Pitigliano emerge su un ampio pianoro tufaceo, delimitato dal corso dei torrenti Lente e Meleta, con straordinario vigore e signorilità. La roccia vulcanica è la caratteristica prevalente di Pitigliano - e dell'intera "area" detta, non a caso, "del tufo" - come lo è stata nel corso della sua storia: nel tufo hanno scavato le loro abitazioni le popolazioni preistoriche, nel tufo hanno voluto far riposare i loro morti, al tufo è legata la presenza del popolo Etrusco.
La fondazione della città e lo stesso nome sembra, peraltro, avere a che fare con il periodo romano. Viene infatti attribuita alla "Gens Petilia".

 

L'ISOLA DI GIANNUTRI

Merita la visita per un'intera giornata. I tre rilievi di Capel Rosso, Cannone e Monte Mario, la costa frastagliata, ricca di insenature e interrotta solo da due piccole spiagge, le grotte, tra cui la famosa CALA DEI GROTTONI, i ruderi di una grande VILLA ROMANA, i resti del PORTO ROMANO a Cala Spalmatoio, la rendono veramente unica e suggestiva.

 

TALAMONE

Frazione di Orbetello, dove è possibile visitare i resti del maestoso Tempio etrusco, il cui Frontone è in mostra ad Orbetello, oltre allo stupendo paese e guardare la Rocca costruita dai senesi nel XVI secolo. Nel 1860 Talamone entra a far parte della storia del nostro Risorgimento con Giuseppe Garibaldi, che sbarca nel porto, per rifornirsi di armi durante l'Impresa dei Mille.

 

ISOLA DEL GIGLIO

Perla di straordinaria bellezza, l'Isola del Giglio emerge dal mare di fronte al promontorio dell'Argentario ed è quotidianamente collegata con Porto Santo Stefano da regolari servizi di linea. Specialmente nel periodo estivo è collegata anche con la stupenda Isola di Giannutri sua frazione insieme a Giglio Porto, Giglio Castello e Campese. Il suo nome deriva assai probabilmente dalla latinizzazione del greco "Igilion", capra.

 

Hotel Ristorante Vinicio
Via delle Mimose, 154 - Ansedonia - Ortetello GR

P. IVA 01363190537

Tel.: +39 0564 881220 -370 Fax: +39 0564 881604 - vinicio@ouverture.it